Ecco tutte le novità introdotte dalla legge di stabilità 2014 per gli ecobonus sulla casa, la detrazione Irpef al 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, quella al 65% per interventi di risparmio energetico e il cosiddetto bonus arredi, la detrazione Irpef al 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, con cui arredare casa.

Detrazione ristrutturazione 50: proroga a tutto il 2014

La detrazione Irpef al 50% per lavori di restauro, recupero e risanamento dell'immobile sarà ancora in vigore fino al 31 dicembre 2103, con il limite massimo di spesa a quota 96mila euro contro le precedenti 48.000 euro. La legge di stabilità 2014 ha però previsto una riduzione progressiva del bonus che scenderà al 40 per cento dal 2014 per poi tornare alla vecchia detrazione al 36% con limite massimo di spesa agevolabile a 48mila euro dal 2016.

Detrazione risparmio energetico 65: proroga a tutto il 2014

Proroga anche per la detrazione Ires/Irpef per interventi di risparmio energetico sull'immobile, la detrazione al 65% che rimarrà tale sempre fino al 31 dicembre 2014 e solo per interventi su parti comuni condominiali fino al 30 giugno 2015 per poi tornare alla vecchia detrazione al 50%.

Bonus mobili o arredi: proroga e limite di spesa

Altra novità della Stabilità 2014 targata Letta riguarda il bonus mobili o anche chiamato bonus arredi, la detrazione Irpef al 50 per cento per l'acquisto agevolato di mobili e grandi elettrodomestici di classe A e A+ con cui arredare l'immobile. Il bonus sarà in vigore come il bonus per lavori di ristrutturazione edilizia, per tutto il 2014 e avrà la particolarità che le spese per gli interventi di ristrutturazione non dovranno essere mai di importo inferiore a quelle per l'acquisto di letti, sedie, tavoli e mobili in genere o elettrodomestici con cui arredare casa.