Detrazione Irpef al 65% per la sostituzione di infissi e finestre che permettono il risparmio energetico e quindi di luce e sulla bolletta elettrica per tutto il 2014, secondo le ultime modifiche al disegno di Legge sulla stabilità. Ecco le condizioni da rispettare.

Detrazione 65% risparmio energetico: le ultime novità

Prima la proroga al 31 dicembre 2013, fino al 30 giugno 2014 invece per gli interventi relativi alle parti comuni degli edifici condominiali, ora la proroga possibile a tutto il 2014. Stiamo parlando del bonus del 55% (ora divenuto del 65%), la detrazione Irpef per interventi di riqualificazione e risparmio energetico.

Detrazione 65% infissi e finestre

La detrazione 65% è fruibile per effettuare interventi tesi al risparmio energetico su edifici esistenti. Tra questi troviamo anche la sostituzione di finestre comprensive di infissi, per un valore massimo di 60.000 euro. Per la sostituzione di finestre con infissi con il bonus 65% occorre però che l'intervento rispetti i requisiti di trasmittanza termica U, che viene espressa in W/m2K.

Detrazione 65% portoni di ingresso

Negli interventi di risparmio energetico troviamo anche la sostituzione dei portoni d'ingresso, a patto che essi si qualifichino come serramenti che delimitano l'involucro riscaldato dell'edificio verso l'esterno o verso locali non riscaldati. Rispetto sempre per gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre.

Ricordiamo che il decreto legge n. 63 del 2013 ha ampliato le tipologie di interventi sulla casa da cui possibile ottenere il bonus 65% con la sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza, con impianti geotermici a bassa entalpia e scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.