Com'è noto la bolletta di gas e riscaldamento tende a lievitare in inverno, contestualmente al calo delle temperature tipico della stagione. Risparmiare sul costo dell'energia è, però, possibile seguendo i giusti accorgimenti, a cominciare proprio dalla scelta della caldaia.

Caldaie a condensazione, una scelta che paga

Le caldaie di nuova generazione hanno un costo iniziale piuttosto elevato, ma nel lungo periodo garantiscono ribassi anche piuttosto considerevoli sulla bolletta energetica. In particolare, le caldaie a condensazione riducono i consumi energetici delle abitazioni fino al 30% perché sfruttano il calore dei fumi prodotti dalla combustione del gas. Per poter usufruire di questi sistemi di riscaldamento, le famiglie italiane devono spendere il 50% in più rispetto alle caldaie tradizionali.

Tuttavia, la spesa può essere ammortizzata nel giro di 5 o 6 anni grazie alle agevolazioni fiscali che il Governo concede a coloro che migliorano l'efficienza energetica della propria casa (il cosiddetto ecobonus). Nel caso, ad esempio, di una famiglia composta da tre persone con spesa di oltre 1.000 euro all'anno, si stima un risparmio di ben 300 euro all'anno.

Valvole termostatiche

Coloro che decidono di richiedere le agevolazioni fiscali per risparmiare sull'energia non devono dimenticare che, oltre alla caldaia a condensazione, devono installare sui termosifoni le valvole termostatiche. In assenza di queste ultime non vengono riconosciute le detrazioni. Nello specifico, si tratta di dispositivi che sostituiscono le vecchie valvole dei termosifoni e che permettono di regolare la temperatura del termosifone, dosando l'afflusso dell'acqua.

No alle dispersioni di calore

Oltre agli investimenti più impegnativi dal punto di vista economico, le famiglie italiane possono ridurre fino al 10% il costo della bolletta del gas eliminando gli spifferi dagli infissi, installando i doppi vetri e, ancora, installando i pannelli termoriflettenti. In particolare, questi ultimi sono dei sottoli rivestimenti in materiale isolante, collocati sulla parete retrostante il termosifone, che impediscono al calore di disperdersi nel muro.

Libero mercato dell'energia: cambiare conviene

In aggiunta, per rintracciare il fornitore di gas con i prezzi più convenienti bisogna utilizzare i portali di confronto. Il settore energetico, infatti, nel nostro Paese è liberalizzato e navigando in rete si trovano portali come Supermoney che permettono di paragonare i prezzi delle utenze energetiche applicate in tutta Italia, selezionando la compagnia che meglio risponde alle proprie esigenze.

Una volta individuato l'offerta più vantaggiosa, è possibile cambiare in qualsiasi momento il proprio fornitore gas (senza costi a carico del richiedente, salvo diversa indicazione delle condizioni contrattuali) e cominciare sin da subito a risparmiare sulla bolletta.