L'Iran ''difenderà con forza i diritti nucleari'' e rifiuterà ''ogni discriminazione'', ha dichiarato il presidente iraniano Hassan Rohani al primo ministro britannico David Cameron, in una conversazione telefonica il cui contenuto è stato presentato mercoledì dall'agenzia Irna.

Questa affermazione appare nel contesto in cui le negoziazioni riguardanti il programma nucleare iraniano discusso dall'Iran e dai membri del gruppo 5 + 1 (gli Stati Uniti, la Francia, la Gran Bretagna, la Russia, la Cina e la Germania) riprenderanno mercoledì a Ginevra.

''Proprio come l'Iran è determinato che le sue attività nucleari siano pacifiche,difenderà fortemente i prorpi diritti nucleari.Non accetteremo nessuna discriminazione in questo settore'' ha dichiarato Rohani a Cameron.

''Il linguaggio del rispetto è necessario per sostituire il linguaggio delle minacce e delle sanzioni'', ha aggiunto Rohani, nel contesto in cui le sanzioni internazionali contro Teheran soffocano l'economia del paese.

Rohani ha avuto una conversazione telefonica anche con il presidente cinese Xi Jinping, dicendogli che l'Iran ''vorrebbe un accordo per difendere i suoi diritti e che dimostrerà che il suo programma nucleare è completamente pacifico'', secondo l'Irna e serve a incrementare la produzione di energia elettrica per i fabbisogni del Paese.

Lui stesso ha invitato la Cina ad ''agire contro le richieste eccessive di alcuni paesi'', riferendosi alla Francia,che ha ottenuto all'ultimo incontro, ai primi di novembre, un inasprimento del contratto preparato dall'Iran e dagli Stati Uniti. Teheran ha negato il testo finale.

Il presidente del parlamento iraniano, Ali Larijani, ha insistito davanti ai deputati sulla decisione di Teheran di difendere i propri ''diritti nucleari'' senza compromettere il dialogo.

L'Iran afferma che, secondo il trattato di non proliferazione (TNP), ha il diritto di avere un programma nucleare civile per arricchire l'uranio.

Il ministro degli esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha insistito, a sua volta, sui diritti nucleari dell'Iran.

''Cerchiamo di ottenere un accordo (a Ginevra), ma questo dipenderà dalla misura in cui viene preparato (Gruppo 5 + 1) di rispettare i diritti nucleari dell'Iran, ha affermato Zarif per un gruppo di giornalisti iraniani prima di lasciare Roma per andare a Ginevra, secondo l'Irna.