Energie rinnovabili: in Etiopia sarà costruita una mega centrale geotermica che raggiungerà la capacità di 1 GW.

Reykjavik Geothermal: firmato l'accordo tra l'Etiopia e la società americano-islandese Reykjavik Geothermal. Saranno investiti quattro miliardi per la costruzione della centrale geotermica che fornirà di energia tutto il territorio ma, secondo le previsioni, verrà utilizzata anche per l'esportazione verso altri Stati. La società americano-islandese ha finanziato i tre quarti del progetto in tutto.

Soddisfatto l'amministratore della Reykjavik Geothermal: "E' un momento storico per l'Etiopia, stiamo portando lo sviluppo geotermico. In Etiopia la centrale geotermica è l'ideale in quanto questo Stato è soggetto ad un clima molto instabile, invece quella geotermica è una fonte di energia molto affidabile, sicura e non dipende affatto dalle condizioni atmosferiche".

Il primo progetto geotermico: il parco rappresenta il primo progetto geotermico della nazione. La centrale sarà costruita a più di 150 chilometri dalla capitale dell'Etiopia, Addis Abeba, e sarà realizzata in due fasi, la prima entro il 2018 e la seconda fase entro il 2021. Avrà un potenziale di 3000 MW che saranno ricavati dal calore della terra. Infatti l'energia geotermica sfrutta il calore presente nella terra, nella parte più profonda della crosta e sta diventando una delle energie alternative più utilizzate.

Il progetto prevede la costruzione di uno dei più grandi siti geotermici di tutto il mondo, una vera rivoluzione per l'Etiopia, una terra con tante qualità.