In tempi di crisi economica uno dei problemi maggiori per gli italiani è contraddistinto dalle tasse elevate e soprattutto per le elevate spese delle bollette della luce. Per questo motivo i principali operatori elettrici sono in costante sfida tra loro per proporre interessanti offerte di tariffe per l'energia elettrica ai clienti.

Partiamo da Edison, con Web Luce Monoraria: nel caso in cui si volesse scegliere questo operatore, una famiglia con consumi di circa 2600 kWh all'anno spenderebbe 460.25 euro all'anno con un risparmio pari a 55.59 euro rispetto a quanto si pagherebbe col Servizio di Maggior Tutela.

Le spese di attivazione saranno completamente gratuite e non bisognerà nemmeno cambiare il contatore; il pagamento è da effettuarsi con il RID e la fatturazione sarà mensile.

Illumia offre, invece, un costo complessivo di 473.81 euro annuale senza spese di attivazione; si potrà pagare in tre modi: con bollettino postale, RID e bonifico, mentre la fatturazione sarà bimestrale.

474.74 euro l'anno è il costo proposto da Enel, con zero spese di attivazione, pagamento da fare con RID bancario e fatturazione bimestrale.

Le ultime due offerte provengono da Acea Energia e Sorgenia: il primo operatore permette di pagare 476.58 euro con spese di attivazione gratis. Pagamento con bollettino postale o RID e fatturazione bimestrale.

Con la tariffa di Sorgenia invece si ha una spesa totale di 478.61 euro all'anno con identiche offerte: spese di attivazione a 0 euro e pagamento con bollettino postale o RID. La fatturazione sarà su base bimestrale.

Spetterà, dunque, all'utente valutare attentamente tutti i criteri e fare una scelta definitiva: far rimanere immutata la condizione elettrica o decidere di svolgere un cambio più vantaggioso.