Mancano pochi mesi all'inizio della stagione invernale e di conseguenza s'inizierà ad accedere il riscaldamento, con conseguente consumo di gas che purtroppo comporta un incremento notevole della bolletta. Esistono numerose compagnie che propongono offerte vantaggiose destinate al risparmio per quanto riguarda gas, riscaldamento, luce ed elettricità, ma è anche possibile cercare di risparmiare ulteriormente seguendo alcuni consigli pratici e tecnici fai da te.

Per prima cosa dovete verificare la pressione dell'impianto di riscaldamento sul manometro della caldaia, che di norma non deve scendere sotto 1 Bar. Per poter effettuare tale manovra è sufficiente aprire lo sportello della vostra caldaia oppure, nel caso non fosse munita di sportello, controllare l'indicatore della pressione: la lancetta non deve raggiungere la linea rossa sia inferiore che superiore, ma restare nella zona verde. Così facendo, è possibile ottenere un risparmio energetico grazie all'ottimizzazione dell'efficienza dell'impianto che, con adeguata pressione, migliora le prestazioni senza consumare eccessivamente. La pressione deve essere verificata periodicamente ed eventualmente integrata agendo sull'apposito rubinetto di riempimento posto sotto la caldaia.

Successivamente, per ottenere il risparmio energetico è necessario regolare il termostato ambiente in base alle vostre effettive esigenze, che potrebbero essere differenti da quelle degli anni precedenti, considerato il fatto che ogni grado di temperatura in più alla fine dell'anno rappresenterà il 10% in più sull'importo della bolletta. Come fare? Programmate il vostro termostato, nel caso aveste un termocrono programmatore, impostando solo le ore di funzionamento negli orari in cui effettivamente siete in casa, anticipando l'accensione di almeno un'ora rispetto al vostro rientro, favorendo quindi sul risparmio energetico ottenendo un range di temperatura tra i 17,5 ed i 20 gradi.

Si consiglia la lettura del contatore del gas all'inizio dell'accensione del riscaldamento e verificare il consumo settimanalmente, in modo da poterlo visualizzare in base al tipo di programma impostato; in questo modo sarà possibile evitare spiacevoli sorprese all'arrivo della bolletta, poiché se ci si accorge di consumare di di più, sarà possibile impostare il termocrono diversamente in modo da poter risparmiare.

Importante: quasi ogni azienda distributrice offre la possibilità di eseguire un'auto lettura bimestrale.