Investimenti nel fotovoltaico, ecco i numeri del 2012 forniti dal Joint Research Centre (JRC), ovvero il centro studi scientifici della Commissione europea: la capacità di fotovoltaico prodotta ha raggiunto i 69 GW, in pratica l'equivalente del fabbisogno di energia elettrica in Italia. Numeri boom quindi in Europa nonostante la crisi economica che ha ridotto gli investimenti nel fotovoltaico.

Europa dunque all'avanguardia per produzione di energia elettrica tramite celle di fotovoltaico; è stato calcolato che nel 2012 gli investimenti a livello mondiale hanno portato a un incremento di capacità del 10%: 30 GW in più rispetto al 2011 e il vecchio continente copre più del 50% di questo fabbisogno.

Stilando una classifica dei paesi europei più "sensibili" agli investimenti nel fotovoltaico troviamo ovviamente al top la Germania, con l'aggiunta di 7,6 GW, ma l'Italia si difende bene e ha incrementato la produzione con 3,5 GW installati in più. Complessivamente la capacità di fotovoltaico in Italia può soddisfare il 7% circa del fabbisogno di energia elettrica.

Arrivando al 2013, l'energia elettrica fornita da impianti fotovoltaici nei primi sette mesi dell'anno, secondo dati Terna, è stata equivalente a 18.8 TWh ovvero il 7.3% del totale dell'elettricità nel Paese. Attualmente, la capacità di fotovoltaico installata in Germania e in Italia corrisponde rispettivamente al 30% e il 20% della capacità delle centrali termiche nazionali. Se si sommano però questi valori con le capacità di solare ed eolico installate anche in Italia si sale al 30%.