L'energia è qualcosa che tutti noi diamo per scontato, in particolare l'energia elettrica arriva quotidianamente nelle nostre abitazioni e noi non prestiamo la dovuta attenzione alla cosa. A ben vedere, l'energia non dovrebbe essere data per scontato, anche perché sono molte le zone al mondo in cui non arriva affatto. Pensate che una persona su cinque non ha modo di accedere a fonti di energia.

Durante il congresso mondiale dell'energia questo punto è stato sottolineato ed è stato detto a gran voce che la situazione nel mondo deve cambiare il prima possibile. L'energia deve assolutamente arrivare ad ogni abitante del pianeta entro il 2030: questo l'obiettivo primario che deve essere raggiunto. Il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon ha dichiarato al riguardo: ''L'energia è il filo d'oro che collega crescita economica, salute ambientale, equità e opportunità sociali''.

Il congresso mondiale dell'energia ha ovviamente focalizzato la sua attenzione anche sulla tipologia di energia che deve diffondersi nel mondo. È importante infatti fare in modo che l'energia sia sempre più pulita e per farlo solo le rinnovabili possono esserci di aiuto. Grazie alle rinnovabili come il calore del sole ad esempio, come la geotermia, come la potenza delle acque del mare e del vento possiamo creare delle fonti di energia pulite al cento per cento, che non inquinano e che non immettono anidride carbonica nell'aria che respiriamo, fonti che sono sempre disponibili e inesauribili.

Il congresso ha chiesto alle nazioni del mondo intero una cooperazione che sia quanto più stretta possibile, è impensabile infatti che le nazioni da sole possano riuscire a tagliare di netto le emissioni di anidride carbonica. Solo inoltre con la cooperazione delle nazioni è possibile scovare i soldi necessari per investire nelle energie rinnovabili.

La speranza ovviamente è che le parole del congresso non rimangano vacue.