Anche questo 2013 le detrazioni fiscali non sono mancate: ci sono anche fotovoltaico e risparmio energetico, oltre a mobili ed elettrodomestici e ristrutturazioni nel decreto ecobonus, di cui ora discute la stabilizzazione per degli incentivi a lungo termine.

È stato approvato all'unanimità, giovedì 26 settembre scorso, il documento per la stabilizzazione della detrazione fiscale Ires-Irpef del 65%, l'estensione agli interventi finalizzati al risparmio energetico agevolabili e la stabilizzazione della detrazione Irpef del 50% per le ristrutturazioni.

Rientrano nelle detrazioni fiscali previste dal decreto ecobonus 2013 non solo i mobili, gli elettrodomestici e le ristrutturazioni edilizie, ma anche gli interventi di installazione di fotovoltaico. Infatti come chiarito in passato dall'Agenzia delle Entrate, l'installazione di un impianto fotovoltaico domestico, è un intervento agevolabile perché basato sullo sfruttamento di fonti d'energia rinnovabile. Queste tipologie di interventi beneficeranno dunque della proroga fino al 31 dicembre 2013.

L'intervento lanciato nell'ottica di un rilancio del settore edilizio potrebbe divenire strutturale già dal 2014. Nel frattempo chi ne avesse la possibilità può approfittare della legge vigente, con scadenza al 31 dicembre 2013, per ottenere la detrazione fiscale e risparmiare così il 50% sui costi di installazione dell'impianto fotovoltaico, oltre naturalmente a quelle previste su mobili, elettrodomestici e ristrutturazioni.

Gli incentivi sul fotovoltaico non sono dunque scomparsi e potrebbero diventare un beneficio a lungo termine qualora venga approvata la legge sulla stabilizzazione delle detrazioni fiscali previste dal decreto ecobonus.