Ecobonus 2013-2014 al 65% per risparmio energetico: per questo anno e per il prossimo, l'ecobonus al 65% resta confermato e, a meno di sorprese durante il cammino parlamentare della Legge di stabilità, le condizioni non dovrebbero variare. Ricordiamo invece che nel 2015 le detrazioni fiscali legate all'ecobonus caleranno al 40% per poi tornare al 36% nel 2016.

L'ecobonus resterà al 65% per il 2013 e il 2014 per interventi volti al risparmio dell'energiae all'efficienza energetica. Ricapitoliamo allora dopo la presentazione della Legge di stabilità e relativa proroga dell'ecobonus 2013 al 2014, per quali tipologie di interventi si può beneficiare del bonus fiscale e fino a quanto arriva a coprire, sempre in relazione agli specifici lavori.

Anzitutto possono avvalersi dell'ecobonus al 65% coloro che compiono interventi di riqualificazione energetica, per un valore massimo di sgravi fiscali pari a 100 mila euro, coloro che svolgono lavori sugli involucri degli edifici volti a migliorarne l'efficienza energetica, con detrazioni fino a 60 mila euro, chi installa pannelli solari termici, con sgravi fino a 60 mila euro e sostituisce i vecchi impianti di riscaldamento con altri basati su pompe di calore e caldaie a condensazione, con bonus fiscali fino a 30 mila euro.

Ci si può avvalere dell'ecobonus nel 2013 e nel 2014 al 65% anche per sostituire gli scaldabagni con nuovi dispositivi a pompa di calore, per un massimo di 60 mila euro. Ricordiamo inoltre che l'ecobonus copre non solo le spese relative a dispositivi e attrezzature, ma anche quelle relative alle prestazioni professionali necessarie (per esempio, per l'installazione di pannelli solari termici). Per chi volesse ottenere ulteriori informazioni, tutti i dettagli sull'ecobonus al 65% per risparmio ed efficienza energetica nel 2013 e 2014, può consultare la circolare numero 29/E dell'Agenzia delle entrate del 18 settembre 2013.