Parliamo delle detrazioni fiscali per il fotovoltaico, o meglio per l'installazione di impianti fotovoltaici per produzione di energia elettrica, in quanto si nota una certa (e giustificata) confusione in merito. Bisogna infatti precisare che tali incentivi fiscali rientrano nel regime delle detrazioni al 50% delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione edilizia e non in quello delle detrazioni al 65% delle spese per lavori di rinnovamento e risparmio energetico, entrambe appena prorogate dalla Legge di Stabilità fino al 31 dicembre 2014 con tali numeri e che verranno ridotte rispettivamente al 40% e al 50% nel 2015, al 36% nel 2016 (a meno di modifiche in Parlamento alla Legge di Stabilità o ad eventuali successive proroghe nei prossimi anni).

Dunque chi ha installato un impianto fotovoltaico dopo il 26 giugno 2012 o lo farà entro il 31 dicembre 2014 potrà avere una detrazione Irpef sulla dichiarazione dei redditi per il 50% di quanto ha speso, per un massimo di 96mila euro di spese. Da ricordare inoltre che per il fotovoltaico l'Iva è al 10%, dunque non è stato toccato dal recente aumento dell'Iva che era solo per l'aliquota del 21% passata al 22%.

Ad esempio, se avete pagato per l'installazione dell'impianto 40mila euro, avrete diritto ad una detrazione pari a 20mila euro che vi sarà pagata a rate in dieci anni, ovvero con dieci detrazioni Irpef da 2000 euro sulle dichiarazioni dei redditi. Attenzione però: se per caso dovete pagare un totale Irpef più basso, ad esempio 1500 euro, la differenza di 500 euro non sarà rimborsata.

Chi può accedere a tali detrazioni 50% per il fotovoltaico? Ovviamente i proprietari dell'immobile, ma anche il nudo proprietario, l'inquilino, il comodatario, chi gode di diritti sull'immobile come uso, usufrutto, abitazione o superficie, soci di società semplici o di cooperative, imprenditori individuali.

Per poter domandare la detrazione fiscale per l'installazione di impianti fotovoltaici occorre innanzi tutto pagare con un metodo tracciabile quale bonifico bancario o assegno ed indicare la causale (lavori ristrutturazione - fotovoltaico) ed il codice fiscale o la partita Iva di chi esegue e di chi riceve il pagamento.