Per spendere meno sulla bolletta della luce occorre confrontare le migliori tariffe per l'energia elettrica che il mercato libero dell'energia propone ed se il caso cambiare il proprio fornitore: il passaggio dall' uno all'altro è un'operazione totalmente gratuita e che consente di usufruire anche di eventuali promozioni per i nuovi clienti. Per fare un confronto tra tariffe luce potete usare il comparatore on line di Supermoney, strumento gratuito che consente di avere una panoramica completa di quali proposte ci siano sul mercato in un dato momento.

Per questo confronto abbiamo ipotizzato un consumo annuo pari a 2700 kWh di un cliente privato residenziale, cioè di una famiglia, specificando che l'utilizzo prevalente della corrente elettrica è di sera e durante i weekend, così che i risultati fossero sia per tariffe monorarie, cioè che hanno costi uniformi durante il giorno e durante la settimana, che per tariffe biorarie, cioè quelle che fanno spendere di più nella fascia oraria 8-20 dei giorni da lunedì a venerdì e considerevolmente meno appunto nella fascia oraria 20-8 ed il fine settimana.

La tariffa più conveniente risulta essere la E-Light di Enel Energia, una tariffa bioraria che nel caso in questione porta ad una spesa annua pari a 446,9 euro. Subito dietro un'altra proposta di Enel Energia, ma questa volta monoraria: con la Tutto Compreso Luce la spesa è di 470,1 euro all'anno

Terzo posto in questa classifica delle più economiche tariffe elettriche per una proposta di Edison Energia, ovvero la Web Luce che in un anno porta a spendere 481,1 euro. Sempre di Edison risulta la quarta proposta più conveniente, la Luce Sconto Facile: in questo caso si spendono in un anno 487,4 euro.

Quinto posto per un'altra tariffa bioraria, la Chiara di Agsm, che per la bolletta della luce comporta un costo annuo di 490 euro.

Specifichiamo che per il caso preso in esame, col Servizio di Maggior Tutela in un anno si spenderebbero 512,6 euro in caso di tariffa bioraria e 515,4 euro in caso di tariffa monoraria.