Un progetto pilota per il risparmio energetico multi servizio, ovverosia andando a monitorare contemporaneamente le forniture ed i consumi della luce, del gas e dell'acqua. E' questo l'obiettivo ambizioso dell'AEEG, l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas che in merito ha approvato una delibera, la 393/2013/R/gas, per andare a promuovere nell'ambito dei servizi di distribuzione il cosiddetto smart metering multi-servizio.

La sperimentazione dovrà avvenire attraverso dei contatori intelligenti in grado di monitorare contemporaneamente i consumi di luce, acqua e gas con un sistema di incentivazione tariffaria che sarà parametrato con un sistema a punti telegestiti da un minimo di 2.500 ad un massimo di 20 mila punti.

Gli operatori interessati alla presentazione dei progetti dovranno, tra l'altro, allegare una valutazione d'impatto con priorità assegnata a quelli che includeranno anche la sperimentazione dei contatori elettrici di seconda generazione, o che alla clientela forniranno informazioni e suggerimenti finalizzati al risparmio energetico e ad un consumo razionale dell'energia.

I costi dei progetti saranno inglobati nella tariffa di distribuzione e dovranno essere realizzati in un tempo massimo che può variare da otto a dodici mesi in base alle caratteristiche ed alle dimensioni del progetto stesso. Dalla data della delibera dell'Autorità per l'Energia sono cinque i mesi di tempo a disposizione per presentare i progetti che poi saranno sviluppati nel corso del biennio 2014-2015.