Pentland (Scozia) - Fino a poco tempo a poteva sembrare una ipotesi inaudita e sensazionale, con pochissime applicazioni pratiche. Invece, quello che sta avvenendo in Scozia, pur mantenendo le sue caratteristiche di straordinarietà, si sta trasformando in realtà. Si produrrà infatti energia elettrica partendo dalle onde del mare. E proprio in Scozia nascerà il più grande impianto del mondo per effettuare il processo di trasformazione in energia elettrica, partendo dalla forza imponente delle maree.

La notizia arriva direttamente dal Ministero dell'Energia locale. Il 16 settembre il ministro Fergus Ewing, ha dato carta bianca per la realizzazione del progetto: l'impianto più grande del mondo che possa trasformare la potenza del mare in energia elettrica. La località scelta per l'installazione delle turbine è quella di Pentland, tra le isole Orcadi e la Scozia continentale, dove la forza delle maree appare particolarmente potente.

Per ora verranno istallate soltanto sei turbine di prova, ognuna alta 22,5 metri e del peso di 1500 tonnellate. In questo modo, entro il 2020 sarà possibile costruire una centrale elettrica capace di generare un totale di 9 MW. Ma è soltanto un primo passo, verso il progetto della centrale finale. Quando sarà terminata infatti, quest'ultima sarà capace di generare 86 MW, quasi dieci volte tanto la capacità dimostrata dalle sei turbine iniziali. In questo modo, portando la produzione dell'energia elettrica al massimo della sua portata, la centrale sarà capace di generare oltre il 40% dell'energia necessaria per soddisfare il bisogno energetico delle Highlands.