I conguagli legati alle bollette di luce e gas in Italia mettono sempre più in difficoltà i consumatori. Ad affermarlo è l'Adoc dopo aver acquisito dai consumatori segnalazioni in merito a rateizzazioni degli importi delle bollette troppo alte rispetto a quelle che sono le attuali e reali disponibilità economiche delle famiglie italiane.

In altre parole il debito andrebbe saldato dalle famiglie in modo tale che il fornitore permetta di spalmare gli importi su un arco temporale più ampio visto che la situazione per molti è oramai drammatica a causa della crisi economica. Il Presidente dell'Adoc, Lamberto Santini, sottolinea non a caso come sempre più famiglie in Italia si trovino in difficoltà nel momento in cui c'è da sostenere una spesa imprevista o comunque fuori misura rispetto a quello che è il budget familiare a disposizione.

A fronte di queste difficoltà diffuse l'Associazione è tornata a ribadire la necessità di introdurre, al pari di quanto avvenuto per i mutui, la moratoria anche per le utenze energetiche. La misura permetterebbe di sospendere il pagamento delle bollette delle luce e/o del gas per qualche mese permettendo così alle famiglie di tirare il fiato superare le difficoltà a livello economico.

Così come i bonus sociali su luce e gas, per le famiglie meno abbienti e per quelle numerose, andrebbero aumentati di importo ed anche estesi ad una platea più ampia rendendo in particolare meno stringenti quelli che sono gli attuali requisiti di accesso alle agevolazioni di Stato.