Il decreto sull'Ecobonus è diventato legge. Si tratta di un punto molto importante che garantirà del risparmio a tutti coloro che si apprestano a ristrutturare casa o che desiderano acquistare un nuovo elettrodomestico quali, ad esempio, frigorifero o climatizzatore. Da quando si potrà ottenere questi sconti?

Il dl è stato approvato il 1° agosto e sarà effettivo non appena sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, comunque entro il 15 di agosto. La corsa ai risparmi ed agli sgravi fiscali può avere inizio. Vediamo le quattro grandi aree di intervento su cui si struttura il decreto Ecobonus.

Ristrutturazioni. Il dl prevede interventi di manutezione straordinaria per le abitazioni, ma anche restauro, risanamento conservatico e ristrutturazione edilizia. Per chi possiede un'unità abitativa all'interno di un condominio, invece, sarà possibile intervenire su posti auto o autorimesse, ma anche bonificare l'ambiente dall'amianto o eliminare barriere architettoniche.

L'importo massimo della spesa su cui può essere calcolata, fino al 31 dicembre 2013, la detrazione è di 96mila euro; dal 1° gennaio 2014 si scende a 48mila euro. La misura della detrazione è pari al 50% nel 2013 e pari al 36% nel 2014.

Mobili e grandi elettrodomestici. Non solo ristrutturazione casa; le detrazioni vengono applicate anche per l'acquisto di mobili o di "grandi elettrodomestici" come frigoriferi o lavatrici che presentino una classe non inferiore alla A+ (classe A per i forni) oltre che per apparecchiature che presentino l'etichetta energetica, "finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione".

Qui l'importo massimo della spesa su cui calcolare la detrazione è, fino al 31 dicembre 2013, di 10 mila euro. Detrazione dall'imposta lorda pari al 50%.

Risparmio energetico. Si tratta di tutti quegli interventi finalizzati alla riqualificazione energetica degli edifici fino ad un importo massimo di spesa pari a 100mila euro; ma anche interventi riguardanti pareti e finestre su edifici esistenti (60 mila euro di importo massimo), per l'installazione di pannelli solari (60 mila euro di importo massimo), per la sostituzione di impianti di riscaldamento (30 mila euro di importo massimo). Dal 1° gennaio 2014 l'importo massimo va a 48mila euro per tutte le tipologie sopra indicate. La detrazione è del 65% fino al termine del 2013, dopodiché diventa del 36%.

Misure antisismiche. Si tratta di tutti quegli interventi realizzati su edifici inseriti in zone sismiche e ad alta pericolosità; l'importo massimo è di 96mila per il 2013 e di 48mila per il 2014 con detrazione attuale del 65% e del 36% per il prossimo anno.