Il bonus energia elettrica è stato istituito per garantire un risparmio sui costi legati alla bolletta della luce ed è destinato a particolari categorie di utenti.

Lo scopo per cui questo bonus è stato creato è appunto quello di dare un sostegno ai nuclei familiari numerosi che si trovano in condizioni di disagio economico, garantendo loro uno sconto sul costo della bolletta domestica. Posso fare richiesta per ottenerlo tutti coloro che hanno posto in essere un contratto per la fornitura d'energia domestica fino a 3 kW di potenza impiegata per nuclei familiari fino a 4 membri e fino a 4,5 kW per nuclei con più di 4 membri e che abbiano particolari requisiti.

Il bonus può essere ottenuto sia se il contratto di fornitura è stato stipulato con Edison o Sorgenia o qualsiasi altro operatore, per avere l'agevolazione però l'utente che fa domanda deve un indicatore Isee che non superi 7.500 euro, oppure che non superi 20 mila euro se si tratta di nucleo familiare con più di 3 figli a carico, oppure per coloro che soffrano di un grave disagio fisico per cui è necessario l'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Attualmente l'importo del bonus è calcolato annualmente dall'Aeeg, l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, sulla base di determinati criteri che sono riportati anche sul sito ufficiale dell'Authority, per coloro che invece hanno un disagio fisico il bonus viene stabilito in base al numero di apparecchiature utilizzate e del tempo di impiego quotidiano.

L'erogazione del bonus ha durata annuale e avviene con decorrenza a partire dal secondo mese successivo alla presentazione della domanda, anche in questo caso vengono fatte alcune differenziazioni: se a farne richiesta è una persona che versa in un grave disagio fisico, gli incentivi verranno erogati senza interruzioni dopo i primi 12 mesi, finché sussiste la necessità di utilizzo delle apparecchiature elettriche.

Per poter ottenere il bonus bisogna presentare la domanda al proprio Comune di residenza oppure agli istituti che questo ha designato, ad esempio centri di assistenza fiscale, oppure CAF, tutta la documentazione necessaria può essere scaricata dal sito dell'Aeeg, anche se dovessero cambiare le condizioni per le quali il bonus è stato ottenuto (numero dei componenti del nucleo familiare o operatore di elettricità), l'erogazione del buono continuerà fino alla scadenza. Inoltre l'utente non è obbligato a comunicare tali variazioni di status fatta eccezione per il cambio di residenza, in questo caso bisogna comunicare il nuovo indirizzo.