Sono disponibili le detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni 2013. Le diverse possibilità proposte dal Governo, con le nuove regole hanno l'obiettivo di sostenere i consumi, anche in relazione ai settori lavorativi in difficoltà dal punto di vista economico. Si può dire che l'efficienza energetica conviene, soprattutto grazie ai bonus dedicati a chi vuole fare modifiche alla propria abitazione per renderla efficace dal punto di vista della sostenibilità ambientale.

I bonus sono rivolti a diverse categorie di persone: può usufruire delle detrazioni fiscali chi ha proprietà di un immobile, l'usufrutto o la nuda proprietà di un immobile. Gli sconti, invece, possono essere ottenuti anche da chi ha un'abitazione in affitto o da chi vive con il proprietario di un edificio. Le leggi, prevedono la possibilità per chi deve fare una ristrutturazione entro il 31 dicembre 2013 e spendendo fino ad un massimo di 96.000 euro, di ottenere una detrazione del 50% in 10 anni, rimborsabile con una rata ogni 12 mesi.

Le spese effettuate, per essere considerate veritiere, devono essere sostenute tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2013 e devono ovviamente essere tracciabili attraverso i movimenti bancari dove viene indicata la causale e il codice fiscale. Inoltre, dovrà essere presente anche la partita iva di chi effettua i lavori e l'impresa dovrà rilasciare regolare fattura.

Infine, sono inclusi i lavori di messa in sicurezza sismica, di rimozione delle barriere architettoniche, di installazioni di sistemi di domotica e di rimozione di materiali pericolosi, come l'amianto.