In un periodo di crisi senza precedenti come quello che stiamo vivendo, in cui il problema principale della maggior parte dei cittadini è quello di arrivare alla fine del mese, si cercano in tutti i modi delle soluzioni che permettano di risparmiare il più possibile anche e soprattutto sulle spese fisse. Tra queste troviamo le bollette di luce e gas, che costituiscono un notevole aggravio dei problemi economici delle famiglie.

In tal senso il Governo ha istituito i bonus sociali di energia elettrica e gas che, tuttavia, consentono un risparmio sulle bollette solo a quei nuclei familiari che versano in condizioni di reale povertà, ma lasciano fuori la maggior parte delle famiglie che faticano a chiudere il mese. Di scarsa utilità anche il provvedimento incluso nel "decreto del fare", varato la settimana scorsa, che consente un risparmio sulle bollette stimato in appena 5 euro all'anno.

Una valida alternativa, in tal senso, è costituita dalla nascita dei "Gruppi di acquisto per le bollette". Si tratta di un'idea rivoluzionaria, ripresa da iniziative nate in altri paesi europei, che consiste nell'unione di più consumatori, volta a indire un'asta tra i fornitori di energia elettrica e gas, che presenteranno agli iscritti delle proposte personalizzate che prevedano tariffe ultraconvenienti. Per esempio, più di 50.000 consumatori italiani hanno già aderito al gruppo d'acquisto per luce e gas "Abbassalabolletta", ideato da Altroconsumo. Per entrare a far parte del gruppo c'è tempo fino al 18 settembre. Per l'iscrizione è sufficiente inserire i propri dati sul sito dell'iniziativa.

L'asta, alla quale saranno chiamati a partecipare tutti i fornitori, proponendo la loro tariffa più conveniente, è stata indetta per il 19 settembre. Il fornitore (o i fornitori) che avrà offerto la tariffa più vantaggiosa si aggiudicherà l'asta. A questo punto, il fornitore avrà l'obbligo di applicare la tariffa che gli avrà permesso di aggiudicarsi l'asta (e che dovrà rimanere invariata per 24 mesi) a tutti gli iscritti al gruppo che vorranno goderne. D'altra parte, i consumatori iscritti al gruppo avranno la facoltà di accettare l'offerta cambiando il vecchio fornitore, oppure potranno decidere di rinunciarvi.