Il Decreto del Fare del governo Letta, sembra non porre rimedio alla grave e prolungata crisi economica che ha prodotto, oltre che tanta disoccupazione anche l'emigrazione dei talenti italiani. Ma dalla California arriva un'invenzione degna di nota da una giovane scienziata italiana, Caterina Falleni che dopo i suoi viaggi di studio di design in Finlandia, grazie al programma Erasmus, e poi con la vincita della borsa di studio presso il centro Nasa della Silicon Valley in California, è riuscita a sviluppare il progetto che si chiama Freijis, un frigorifero che funziona senza la corrente elettrica.

Dunque, il progetto è stato reso possibile grazie ai suoi viaggi all'estero, dove il mercato del lavoro è in continuo sviluppo a differenza del bel Paese. Utile soprattutto il suo viaggio in Africa, che le ha permesso di studiare come alcuni materiali, come il fango e la terracotta, possono essere capaci di produrre energia: "Strutture che utilizzano il processo chiamato evaporative cooling, lo stesso per il quale la temperatura nel nostro corpo si abbassa nel momento in cui avviene la sudorazione. Ho associato questa tecnologia con dei materiali che si chiamano PCM. Così è nato Freijis".

In California, racconta l'intraprendente scienziata, al Fatto Quotidiano, è stato possibile realizzare il progetto senza nessuna fatica, mentre in Italia è stato inutile bussare alle porte della Regione e della Provincia della Liguria, poiché in cambio ha ricevuto soltanto tanta diffidenza e poca trasparenza. Per questo conferma che tornerà negli Stati Uniti per continuare a realizzare i suoi progetti: "Il mio Paese è e sarà sempre l'Italia. Il livello di cultura e di storia che si respira in ogni vicolo, città, villaggio è incomparabile così come le persone che incontri, hanno un approccio profondamente umano. Ma quando si tratta di lavorare è un'altra cosa".