Che il sole sia una inesauribile fonte di energia è cosa ormai risaputa, ma che possa essere utilizzato anche per raffreddare l'aria forse non tutti lo sanno. Ciò è possibile grazie al Solar Cooling, una particolare tecnologia di raffreddamento partendo da una fonte di calore.

Gli impianti di Solar Cooling sono composti da pannelli solari e da una particolare macchina frigorifera all'interno della quale avviene la refrigerazione dell'acqua. La ricerca dell'aria fresca è maggiore quando fuori c'è più caldo, quindi perché non sfruttare il sole per rinfrescarci un po'? Il sistema combinato costituito dai classici pannelli solari e dalla macchina frigorifera permette, tra l'altro, di non sprecare tutta l'acqua calda che si può avere in estate.

In Italia la tecnologia Solar Cooling non ha ancora preso piede; il bel paese è molto indietro rispetto al resto di Europa (Germania in testa), pare che nella penisola siano presenti poco più di 30 impianti. Se si guarda alla nostra nazione il paradosso è che quei pochi impianti sono nati la dove c'è meno sole. In Sicilia, ad esempio, non ci sono notizie di impianti Solar Cooling, ma solo dei progetti ancora in fase sperimentale.

In realtà tutto questo ha un motivo ed è legato ai costi economici degli impianti che risultano essere elevati anche se bisognerebbe tenere conto del fatto che il ritorno è previsto in sette anni e che la vita media di un impianto è pari a 25-30 anni. In media per realizzare un impianto di Solar Cooling bisogna spendere circa 3 mila euro per KWh, dal 3 giugno è possibile usufruire degli incentivi previsti dal Conto termico, incentivi che possono permettere di ammortizzare i costi in meno tempo.