Il problema crisi è ormai sulla bocca di tutti, in particolare ne sentiamo parlare quotidianamente dai media..

Uno strumento molto utile per cercare di contrastarla è quello di aderire ai numerosi gruppi solidali di acquisto che si trovano in rete, che sfruttando il numero cospicuo di utenti, riescono a spuntare tariffe e prezzi davvero convenienti in ogni settore, da quello alimentare a quello dei servizi e dell'energia.

Provando a navigare su internet e digitando su un qualsiasi motore di ricerca le parole "gruppo solidale di acquisto", si apriranno una serie di pagine che invitano l'utente ad iscriversi per beneficiare di un potere di contrattazione che, da singola unità, certamente non avrebbe, ma che unitamente ad altre migliaia di utenti può crescere in maniera esponenziale.

Infatti, soprattutto in materia di energia, le società che distribuiscono energia elettrica e gas, hanno dato ascolto a questi gruppi, offrendo loro tariffe molto più vantaggiose di quelle comuni, alle quale l'utente che si è iscritto al gruppo solidale può poi decidere di aderire o meno.

Stesso discorso per quanto concerne ad esempio l'acquisto di carne, scatolame, frutta e verdura, e tanta altra roba di cui le pagine internet sono oramai piene.

I gruppi solidali, in genere, forti del potere di contrattazione di migliaia di utenti, ricevono nel prezzo anche la consegna a domicilio del prodotto, laddove per l'appunto non si riferisse ad un servizio.

Si tratta di un'importante arma che i consumatori possono sfruttare, dal momento che il fornitore o il produttore non terrebbe certo in considerazione la singola utenza o esigenza, ma a fronte di garantirsi un cospicuo numero di utenti può decidere di offrire uno sconto consistente sulla propria offerta.

Dunque, non resta che provare, e iniziare a beneficiare di tutti i vantaggi che questo semplice ma fruttuoso sistema, che non fa altro che basarsi sul numero di richieste, riesce ad offrire.

Come dire: l'unione fa la forza, sempre e comunque.