Il primo aereo completamente alimentato da energia solare si chiama "Solar Impulse". Adesso sta volando per i cieli degli Stati Uniti d'America. È partito il 3 maggio scorso, con un volo dal Moffet Air Field della Nasa, vicino San Francisco, sulla costa occidentale, verso New York, nella costa orientale, che dovrebbe raggiungere nell'arco di qualche settimana, fermandosi ogni giorno, dato che non può volare più di 24 ore di seguito.

I piloti sono gli svizzeri Bertrand Piccard ed André Borshberge, i quali, insieme a Luigino Torrigiani e Brian Jones, sono anche i creatori dell'aeroplano che va ad energia fotovoltaica. Piccard è figlio di Jacques e nipote di Auguste, famosi esploratori. Jacques Piccard fu il primo uomo a scendere sul fondo della Fossa delle Marianne. Suo figlio Bertrand fu uno dei due che insieme effettuarono un giro del mondo a bordo di un pallone aerostatico senza mai atterrare. Lo scopo che adesso ha Bertrand Piccard è di fare la stessa cosa con un aeroplano ad energia solare.

La velocità massima che il velivolo può raggiungere è soltanto di 80 chilometri orari. Qualsiasi altro aeroplano dei nostri tempi lo supera in velocità, ma chi lo eguaglia in salvaguardia ambientale?

Dovremo in un futuro prossimo abituarci a vedere i pannelli del fotovoltaico anche sulle ali degli aeroplani, oltre che nei campi e sui tetti degli edifici? Solar Impulse, infatti, ha sulle sue ali dodicimila celle fotovoltaiche, ma è anche dotato di quattro batterie, per conservare l'energia e permettere così di volare quando il sole è coperto dalle nuvole o durante le ore notturne.

I progettisti hanno dichiarato che un nuovo modello, che sarà in grado di rimanere in volo per cinque giorni di fila, è in fase di realizzazione. Il nuovo modello verrà utilizzato per effettuare un giro del mondo.

Gli studi sul progetto che ha portato alla realizzazione di Solar Impulse sono cominciati dieci anni fa. I primi voli di prova sono avvenuti nel dicembre del 2009, nei cieli della Svizzera. Il team che sta lavorando al progetto è composto di 70 persone, tra ricercatori e tecnici. Il primo volo fuori dalla Svizzera è avvenuto due anni fa, raggiungendo Bruxelles e Parigi.