Bonus ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche: le dichiarazioni di ieri, del presidente del Consiglio Letta, fanno ben pensare: "Il Cdm di domani affronterà il tema della necessità che il nostro Paese rilanci la politica di ristrutturazioni ecocompatibili e a rischio sismico. Ne va del nostro lavoro di prevenzione i cui costi sono infinitamente più bassi dei costi di ricostruzione. Bisogna riqualificare e ristrutturare", ha affermato il presidente, ritenendo necessaria una legge quadro nazionale sulle emergenze che fissi "regole, limiti e incentivi per affrontare le emergenze nel modo giusto".

Queste le parole ufficiali del capo del neo governo, che nel Consiglio dei Ministri di oggi, porterà questo punto in agenda, dimostrando concretamente di voler ripartire garantendo una "boccata d'aria" al settore edile. Grazie alle tanto apprezzate detrazioni del 55% sulle ristrutturazioni e a bonus del 50% per i cittadini che scelgono la riqualificazione degli edifici secondo norme antisismiche, si darà un chiaro sostegno al settore. Le proroghe saranno inserite nel decreto legge che recepisce la direttiva europea 31 del 2010.