Come orientarsi nel mercato italiano dell'energia, tra elettricità e del gas? Tanti sono i dubbi su bollette, contratti e tariffe che sorgono tra i consumatori: e proprio per questo nel 2011 è nato "Energia: Diritti a Viva Voce", un insieme di servizi fisici e telematici per la tutela dei consumatori e utenti del servizio energetico italiano. Oggi il servizio si arricchisce di un nuovo sito: ad annunciarlo è il consxza \orzio promotore Cncu, Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, che riunisce le 18 maggiori associazioni dei consumatori italiane.

Il progetto ha iniziato le proprie attività nel mese di Settembre 2011 e le continuerà per tutto il 2013, grazie al rinnovato impegno dell'Autorità dell'Energia Elettrica e il Gas. Ad oggi più di 15 mila utenti si sono rivolti agli sportelli del progetto. Tra le tematiche che hanno suscitato maggiormente l'interesse dei cittadini si segnalano:

  • problemi di fatturazione, relativi cioè ad autolettura, consumi, conguagli, rimborsi e trasparenza delle bollette, che hanno interessato il 44% delle persone;
  • informazioni sul mercato, il cambio di fornitore e le pratiche commerciali scorrette (attivazione di contratti non richiesti, mancato diritto del diritto di ripensamento), che hanno interessato il 18% dei contatti;
  • la scelta del contratto con informazioni sull'applicazione delle tariffe, sulla voltura o sul recesso e i chiarimenti sulle tariffe, che ha interessato circa il 23%;
  • allacciamenti, bonus, risparmio energetico e qualità tecnica e commerciale degli operatori, 15%.

Il Cncu ricorda che ai 45 sportelli presenti sul territorio italiano, gestiti dalle Associazioni dei Consumatori che si pongono l'obiettivo di fornire risposte ai clienti/consumatori è affiancato un servizio di call center, con numero verde 800 82 1212 gratuito per chiamate da rete fissa e cellulari attivo dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 14-18. Infine, è disponibile anche una app per iOS e Android.