La manutenzione e la pulizia si sa, sono fattori fondamentali per quanto concerne l'efficienza, il corretto funzionamento e la durata nel tempo degli elettrodomestici che popolano le nostre abitazioni. Ecco quindi alcuni consigli e accorgimenti per migliorare le prestazioni e limitare i consumi d'energia di frigorifero, forno, condizionatore, lavatrice e lavastoviglie.

Frigorifero: per ottenere la massima efficienza, non basta tenerlo pulito all'interno, ma occorre anche sbrinarlo periodicamente, perché è proprio la formazione del ghiaccio a far incrementare i consumi di elettricità. Se il vostro frigorifero è dotato di sistema "No frost", non dovete preoccuparvi, perché è la tecnologia a pensare a tutto. In caso contrario, invece, lo sbrinamento deve essere fatto manualmente ogni volta che la brina supera lo spessore di 5/6 millimetri. Inoltre, occorre tenere d'occhio e curare altre componenti del frigo, ovvero la serpentina (va tenuta pulita dalla polvere, passando un panno, a frigo spento, senza utilizzare liquidi), il compressore (idem come prima), le guarnizioni, la griglia e lo scarico interno dell'acqua di condensa.

Forno: va tenuto sempre pulito, non solo per motivi igienici ma anche per non comprometterne leprestazioni. Grasso e vapori infatti ne intaccano lo smalto delle pareti e le resistenze interne. Nel caso di forno "autopulente", ci pensa la tecnologia e voi non dovete che raccogliere i residui con un panno umido. Nel caso di forni tradizionali, è necessaria una costante pulizia manuale. I principali prodotti da utilizzare sono sale, bicarbonato di sodio, limone ed aceto bianco con l'aggiunta di acqua. Scaldare il forno alla temperatura di almeno 100 gradi dopo aver applicato il detergente naturale, aiuta l'azione sgrassante. Nel caso di cucine a gas, bisogna pulire assiduamente i bruciatori e gli spargifiamma e, saltuariamente, effettuare una pulizia più approfondita rimuovendo le griglie e le teste dei bruciatori.

Condizionatore: la manutenzione è indispensabile sia per il funzionamento dell'apparecchio sia per la salute di chi lo utilizza. Un apparecchio in buone condizioni, oltre ad una maggiore durata nel tempo, consente di ridurre/evitare sprechi energetici. Da tenere sotto occhio e da pulire i filtri che, a causa del contatto con sostanze inquinanti e pollini, possono essere danneggiati. Per eseguire questa operazione basta aprire il pannello anteriore e rimuoverli, e poi eliminare lo sporco con un aspirapolvere o lavandoli con acqua. Per i condizionatori dotati di tecnologie autopulenti, è la tecnologia a venirvi in soccorso: dovete solo seguire le istruzioni.

Lavatrice: mantenere in perfetto stato questo elettrodomestico, significa evitare costose riparazioni ed allungarne la vita e l'utilizzo. Fondamentale risulta essere l'uso di buoni prodotti anticalcare ad ogni lavaggio, oppure, in caso di detersivi naturali, l'aggiunta di un cucchiaio di aceto bianco o di bicarbonato di sodio direttamente nella vaschetta. La pulizia della vaschetta è un altro accorgimento da usare: estrarla e pulirla periodicamente, insieme alla guarnizione dell'oblò, sono operazioni consigliate per un funzionamento efficiente ed efficace dell'apparecchio. Infine, la pulizia dei filtri, per evitare che materiale dannoso vada ad ostruirli: consigliabile fare il controllo almeno una volta all'anno o più di frequente in caso di intenso utilizzo.

Lavastoviglie: è un elettrodomestico molto utilizzato e che non necessita di manutenzione particolare. Alcune semplici operazioni da effettuarsi periodicamente, vi consentiranno di avere in casa un apparecchio funzionante al meglio e nelle migliori condizioni. Pulire il filtro è operazione essenziale, da fare almeno una volta al mese, insieme alla verifica degli ugelli dei bracci. Controllare il livello del sale e del brillantante sono le altre operazioni da eseguire periodicamente, insieme ad un lavaggio a vuoto (inserendo solo aceto) per eliminare i depositi di calcare. Come si suol dire, prevenire è meglio che curare.