I vantaggi dell'energia pulita in fatto di risparmio energetico e di produzione autonoma dell'energia elettrica, sfruttando il sole e il vento sono innegabili.

Aggiungiamo a questo che la creazione per uso domestico ma anche per la cessione a terzi dietro corrispettivo, ha un suo utile economico in risparmio delle bollette e in guadagno ottenibile diventando produttori di energia, e vediamo un nuovo futuro energetico che ha qualcosa di miracoloso.. Eppure le difficoltà del decollo del fotovoltaico e delle pale eoliche sono molte.

Le fonti di energia rinnovabile hanno conosciuto un incremento, ma non hanno avuto in questi ultimi anni il successo sperato, perché avrebbero dovuto rivoluzionare in breve tempo il mercato dell'energia e non solo diventare più accessibili a tutti, poiché con gli anni diminuisce sul mercato il costo della struttura fotovoltaica nonché della pale.

Questo progresso lento non è dovuto all'idea ma alla crisi economica, che porta le famiglie a difficoltà che non possono far sostenere spese eccessive e indebitarsi per mancanza di liquidità e per paura del futuro.

Chi è interessato a utilizzare le agevolazione detraibili ai fini Irpef, si affretti: entro il 30 giugno rimarrà la detraibilità del 50% e al 1 luglio si tornerà al 36%; ulteriori benefici prevede la legge in caso di rimozione di coperture in eternit o amianto, e di comuni sotto i 5000 abitanti, e per altre utenze specificate in decreto Conto energia.

La miglior resa del modulo al silicio per i pannelli fotovltaici, il più usato e per altro non tossico, si ha con una radiazione solare perpendicolare ad un singolo modulo e ad una temperatura non superiore ai 25 °C, con esposizione verso sud, il pannello inclinato di 10° rispetto all'orizzonte della latitudine del luogo di installazione.

La produttività media varierà dall'impianto, dal luogo di installazione, dal livello di ombreggiamento e tra regioni e regioni così al nord potrebbe essere di 1.100/1.200 kWh/kWp, al centro del 1.200/1.300 kWh/kWp e al sud di 1.300/1.400 kWh/kWp.

Le altre forme di energie pulite e rinnovabili sono dunque: energia della terra (geotermia), energia idroelettrica, agroenergia (biocarburanti) e biomasse.

Sia sull'eolico che su quest'ultime energie rinnovabili, il progresso è più timido; per l'eolico il limite è quello dei costi per ora più esosi delle pale, mentre si sono già predisposti progetti per l'eolico da uso domestico; crisi economica permettendo si spera che ci sarà finalmente un decollo dell'utilizzo di fonti così importanti che potranno essere un investimento inesauribile e del futuro per quanto riguarda il futuro dell'energia e non solo l'imprenditoria del settore.