Promuovere l'uso di veicoli ecosostenibili, attraverso la realizzazione di una rete di infrastrutture di ricarica per veicoli ad energia elettrica innovativa, sicura e di semplice utilizzo: questo l'obiettivo di un progetto che Enel sta portando avanti in Emilia Romagna, regione scelta come pioniera della mobilità sostenibile. Un deciso passo avanti è rappresentato dal protocollo appena firmato a Parma con Comune, Regione e gruppo Iren.

Dopo aver conquistato il primato per i veicoli a gas, la Regione si prepara al futuro mercato delle vetture elettriche partendo dalla costruzione di una rete di colonnine di ricarica, interoperabili, che consentiranno di aumentare le percorrenze e l'autonomia. Enel è attiva nello sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative che consentono un uso efficiente dell'energia ed ha ideato un sistema di infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici (due le tipologie: Pole Station per la ricarica pubblica e Box Station per la ricarica domestica) gestite da remoto dal sistema EMM (Electric Mobility Management) con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota.

Dal canto suo, l'amministrazione comunale cerca di favorire l'utilizzo di auto elettriche attraverso la possibilità di accesso delle stesse alle Ztl (Zone a traffico limitato), la facoltà di transitare sulle corsie preferenziali e la sosta gratuita nelle righe bluIl potenziamento della mobilità elettrica costituisce una sfida per il futuro con risvolti importanti sulla tutela della salute pubblica grazie alla riduzione di agenti inquinanti prodotti dalle auto alimentate a benzina e diesel.