Lo scorso 15 marzo l'Agenzia delle Entrate ha ufficializzato le detrazioni IRPEF anche per gli impianti fotovoltaici in quanto "opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici". Le detrazioni fiscali previste sono di due ordini:

  • Gli impianti realizzati fra il 26 giugno 2012 e il 30 Giugno 2013 hanno una detrazione irpef pari al 50%, con un limite di spesa pari a 96.000€ per singola unità abitativa
  • La detrazione fiscale scende al 36% per gli impianti fotovoltaici installati dal 1 luglio 2013 in poi, con un limite di spesa pari a 48.000€ per singola unità abitativa

In pratica è data la possibilità di detrarre dalle tasse il 50% o il 36% del costo dell'installazione di un impianto fotovoltaico, compreso di lavoro di manodopera e prezzo dell'impianto fotovoltaico al netto della spesa.

La detrazione fiscale dell'impianto deve essere suddivisa in 10 rate annuali, quindi per anno è possibile detrarre dalle tasse il 5,0% o il 3,6% del costo netto dell'impianto fotovoltaico.

Si tratta di un'ottima opportunità alternativa agli incentivi previsti dal 5° Conto Energia che ormai si sta esaurendo. Il vantaggio sta inoltre nel fatto che i costi sostenuti per la realizzazione dell'impianto potranno essere recuperati in 10 anni, come avviene già per le ristrutturazioni.

E' da ricordare che tali detrazioni si applicano solo ed esclusivamente agli impianti fotovoltaici che non usufruiscono delle tariffe incentivanti del Conto Energia e possono essere abbinate solo con il meccanismo del scambio sul posto (ovvero la possibilità di mettere in rete l'energia elettrica prodotta in eccesso per poi prelevarla successivamente per l'autoconsumo) e il ritiro dedicato (la vendita dell'energia elettrica prodotta dall'impianto fotovoltaico al GSE - Gestore Servizi Elettrici).

Per poter beneficiare delle detrazioni è comunque necessario che l'impianto fotovoltaico sia installato principalmente per soddisfare i bisogni energetici dell'abitazione ovvero per usi domestici, di illuminazione e alimentazione di apparecchi elettrici.