La gran parte dei centri fitness in giro nel mondo dispongono di attrezzature specialmente concepite per il cardio-fitness, quali i tapis roulant, le cyclette, gli step, gli ellittici, il wave e i vogatori, macchine che in parte consumano energia elettrica per permettere all'utente di smaltire le calorie in eccesso. Ma le calorie sono esse stesse una forma di energia e grazie alla geniale inventiva di SportsArt Fitness queste calorie possono ora essere catturate dall'attrezzatura ginnica e usate per generare gratuitamente elettricità.

Il Sistema Verde è un collettore alimentato da attrezzi fitness, massimo 10, collegato ad un inverter con lo scopo di raccogliere l'energia umana generata da chi fa esercizio e di restituirla alla rete come energia riutilizzabile. L'invertitore di potenza collegato al Sistema Verde ha approssimativamente le dimensioni di un ricevitore stereo e dispone di una presa normale da 240 V che deve essere collegata in rete per ragioni di sicurezza.

Per far funzionare il sistema, una persona non deve fare altro che cominciare a muoversi e circa il 75% dell'energia prodotta attraverso il movimento può essere messa in rete. Ogni collettore può generare fino a 2.000 Watt all'ora a pieno regime. Un tipico club di fitness che sostituisca tutte le sue macchine ellittiche e le cyclette con Sistemi Verdi può risparmiare fino a 3.000 euro all'anno sulla bolletta elettrica.

Il sistema è attualmente sperimentato negli Stati Uniti, dove gli studenti di due università, del Tennessee e della California, sono testa a testa in una gara, "La sfida del Kilowatt", per vedere chi trasforma più grasso in energia nel giro di un mese. La scuola che produrrà la maggior quantità di energia si aggiudicherà un tapis roulant da 7.000 $ messo in palio da SportsArt Fitness. Inoltre EcoFit, una ditta indipendente che produce i sistemi di monitoraggio usati con i Sistemi Verdi, premierà gli atleti top, cioè i maggiori produttori di energia.

Pensate se tutte le palestre di una metropoli, ad esempio New York o Roma nel nostro piccolo, si convertissero ad attrezzature che producono energia invece di consumarne. Ci sarebbe subito un bacino di energia verde gratuita che non aspetta altro che di essere messa in rete - senza bisogno di quadri elettrici e di turbine! Con il corollario che ci sarebbe anche più gente in forma, il che non sarebbe poi così male.