Dal Governo uno strumento per risparmiare sulle spese legate al consumo di energia elettrica: il bonus elettrico, reso operativo dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas con la collaborazione dei Comuni, garantisce alle famiglie in condizione di disagio economico e a quelle numerose un risparmio sulla spesa per l'elettricità. Il bonus è previsto anche per i casi di persone costrette da una grave malattia a usare apparecchiature elettromedicali indispensabili a mantenerle in vita.

Chi ha diritto, nello specifico, al bonus elettrico? Possono accedervi tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4, o, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4, fino a 4,5 Kw e 1) appartenenti a un nucleo familiare con indicatore Isee non superiore a 7.500 euro; 2) appartenenti a un nucleo familiare con più di tre figli a carico e Isee non superiore a 20.000 euro; 3) presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali necessarie alla vita (in questo caso non vi sono limitazioni di residenza o potenza impegnata).

Quanto vale il bonus elettrico? Nel caso di famiglie con problemi economici e numerose, il risparmio è di circa il 20% della spesa annuale presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia. Per quest'anno è di 71 euro per una famiglia composta da una o due persone, 91 euro per un nucleo di tre o quattro persone e 155 euro per più di quattro persone. Per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus dal 2013 è stato modificato e differenziato in base al numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo.

Per richiedere il bonus occorre compilare l'apposita modulistica e consegnarla al proprio Comune di residenza o presso un altro istituto (ad esempio i centri di assistenza fiscale - Caf). I moduli sono scaricabili dai siti Internet dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, del Ministero per lo Sviluppo economico, dell'Anci o reperibili presso i Comuni. Per saperne di più ci si può rivolgere allo sportello del consumatore, telefono 800.166.654, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.