Si è scatenata in questi giorni la polemica sulla Robin Tax; infatti Assoelettrica, l'associazione di categoria delle imprese elettriche e le associazioni a difesa dei consumatori sono impegnate in una querelle riguardo la Robin tax che accusa l'Authority per l'energia di scaricare sugli utenti il costo del balzello.

Per il momento si tratta solo di sospetto, comunque la cosa certa è che ben 199 operatori mostrano una variazione positiva del margine di contribuzione semestrale, che potrebbe essere ricondotta almeno in parte alla dinamica dei prezzi, dice Assoelettrica. In pratica sarebbero quasi duecento le aziende che avrebbero trasferito sui consumatori gli esborsi stulle bollete di luce e gas.

La Robin Tax fu introdotta nel 2008 dal ministro Tremonti per dare un aiuto agli anziani e alle categorie più deboli,con la promessa che non sarebbe stato possibile scaricare sui consumatori il peso cdella tassa,cioè non sarebbero cdovuti verificare aumenti sulle bollette di luce gas e sul prezzo del diesel.Infstti la legge" vieta di traslare l'onere della maggiorazione d'imposta csui consumatori".

La Robin Tax è una tassa sulla valorizzazione automatica delle scorte petrolifere, attraverso cui i petrolieri sono obbligati a far emergere la plusvalenza realizzata attraverso gli stock acquistati ad un prezzo più basso, che poi verranno sottoposti al prelievo Ires che sarà cosi maggiorata. L'aliquota viene calcolata attraverso una specifica addizionale chefa dal 27 al 33 %per le aziende di gas e oli,ciò comporta una tassazione maggiore dei ricavi delle aziende petrolifere.

Le aziende interessate consigliano di leggere con attenzione i dati, mentre Adiconsum tuona dicendo che non è concepibile che le aziende energetiche scarichino sulle bollette dei consumatori la Robin Tax che invece dovrebbero pagare loro, una tassa che secondo l'associazione dei consumatori costerebbe tra i 300 e i 400 euro in più sulle bollette.

Così l'Adiconsum ha chiesto all'autorità per l'energia i nomi delle aziende che ingiustamente fanno ricadere sui cittadini il peso di una tassa che spetterebbe a loro pagare, inoltre l'associazione ha annunciato l'intenzione di avviare una class action per ottenere i risarcimenti.