La bolletta del gas in Italia è tra le più care in Europa e molta energia viene sprecata inutilmente, sia a causa dei termosifoni che disperdono il calore tramite le finestre, i muri e il tetto sia per come è fatto lo stesso impianto termico. Per risparmiare sulla bolletta, bisogna quindi seguire alcuni piccoli accorgimenti riguardo ai termosifoni: si potrà così risparmiare tra il 20% e il 40%.

Prima di tutto bisogna procedere alla manutenzione e alla pulizia della caldaia almeno un mese prima di accenderla. Si deve ricordare che ogni due anni si effettua la pulizia dei fumi e, in estate, si verifica lo stato dei tubi.

Fatto ciò, si procede spurgando dai radiatori l'aria: se i termosifoni non sono nuovi e non possiedono valvole di sfogo è bene che se ne installi una. La temperatura media andrebbe regolata a 19 gradi: diminuirla di un grado fa risparmiare fino al 6% in più; usare una centralina che regola la temperatura in modo automatico è decisamente più comodo. Ci sono caldaie che possiedono anche un timer per regolare la temperatura nei vari periodi della giornata.

Durante le ore più calde della giornata è bene aprire le finestre per fare entrare il calore esterno: ciò non va fatto mentre la caldaia è accesa, poiché si disperderebbe solo il calore interno alla casa. Durante la notte è bene spegnere la caldaia, oppure impostare il timer in modo che i termosifoni si attivino qualche ora prima di alzarsi; ricordarsi sempre di abbassare bene le tapparelle e, se è possibile, installare doppi vetri a porte e finestre.

Ciò che bisogna sapere è anche che i termosifoni posti sotto le finestre riscaldano le pareti che sono più fredde, però lavorano di più: in questi casi è utile applicare del materiale isolante tra termosifone e parete. La cosa più importante in assoluto, comunque, rimane sempre quella di saper scegliere la tariffa del gas più adatta a noi e alle nostre esigenze.