Presto non sarà più necessario caricare il proprio smartphone: si ricaricherà da solo attraverso l'energia solare. Esiste al momento un progetto di un'azienda che opera presso il Massachussets Institute of Technology, la Ubiquitous Energy, in base al quale si sta difatti sperimentando la soluzione di dotare gli smartphone di un sistema di ricarica ad energia solare, mediante l'impiego di una particolare pellicola trasparente fotovoltaica, che presenta la proprietà di catturare l'energia proveniente dai raggi solari e di consentirne così la conversione in energia elettrica.

Questa innovazione tecnologica presenta aspetti applicativi che potrebbero rivoluzionare la nostra vita associata, risolvendo definitivamente il problema dell'approvvigionamento energetico. La pellicola fotovoltaica difatti potrebbe essere impiegata come rivestimento di qualsiasi apparecchiatura elettrica. L'obiettivo dell'azienda sembra andare proprio in questa direzione: la pellicola potrebbe ad esempio essere applicata agli schermi dei tablet e degli e-book reader, consentendone in pratica la autoricarica.

La possibile applicazione però non si limita alle sole apparecchiature elettriche. I ricercatori difatti hanno spiegato che è allo studio una possibile applicazione nel campo del fotovoltaico residenziale. La pellicola difatti potrebbe essere applicata come strato esterno degli edifici e delle abitazioni, consentendo così la accumulazione di energia solare e la sua trasformazione in energia elettrica. Una tecnologia che, se realizzata e perfezionata, condurrebbe ad una vera e propria rivoluzione nel campo delle energie rinnovabili. Allo stato attuale i ricercatori sarebbe impegnati nel tentativo di rendere più ottimale la resa energetica della pellicola, rendendola più performante.