Arrivare alla fine del mese, per una famiglia media di quattro persone è diventata un impresa. La crisi economica sembra non voler passare e la caccia allo sconto o, all'offerta della settimana, sembra essere diventato lo sport più praticato dagli italiani.

Ma nonostante si cerchi di risparmiare su tutto, esistono comunque delle spese a a cadenza regolare, come quelle per la bolletta dell'energia elettrica , alla quale si è vincolati per necessità e, che può' diminuire ma non scomparire del tutto; o almeno non poteva.

Da leggere: Come risparmiare sulla bolletta della luce

I kit per la produzione di energia elettrica in casa o, i generatori di energia "alternativa", stanno guadagnando una sempre più ampia fetta di mercato, destinata a crescere con il passar del tempo, in quanto soluzioni utili e vantaggiose.

I sistemi per produrre energia elettrica sono davvero tanti, e possono essere divisi a seconda della fonte che si va a sfruttare in :

Energia solare- Se la vostra casa è situata in un luogo in cui arriva abbastanza energia solare, si può pensare all'installazione di pannelli solari, per la quale attualmente sono presenti numerose agevolazioni.

Energia eolica- Per lo sfruttamento di tale energia è possibile istallare sul tetto delle turbine eoliche.

Energia idraulica- Questo metodo è utilizzabile solo nel caso la vostra abitazione si trovi nei pressi di un fiume o torrente; è possibile tramite l'istallazione di turbine idroelettriche, li dove la corrente è più forte.

Biogas- La fermentazione di alcuni rifiuti, come quelli delle cucine o del giardinaggio, produce il biogas. Tale gas casalingo, può essere utilizzato, sempre se opportunamente incanalato o conservato, in cucina al post del gas normale.

Energia geotermica- Come molti di voi ben sapranno, la terra accumula calore, che è possibile sfruttare per produrre energia, nel caso di abitazioni con giardini o campagne circostante. Una pompa geotermica, composta da sonde che vanno interrate, è capace di convogliare il calore accumulato dal terreno, ad uno scambiatore, che lo moltiplica attraverso una pompa di calore, così da produrre acqua calda sanitaria o per i riscaldamenti.

Cinetica- Ultima, ma non per importanza è la produzione di energia elettrica tramite l'esercizio fisico. Sembra una cosa fantascientifica ma è tutto vero. Esistono sul mercato, delle particolari ciclette, che tramuterebbero in energia, lo sforzo da voi prodotto durante l'esercizio fisico giornaliero.

Le soluzioni qui elencate, per la produzione "propria" di energia, possono sembrare fantascientifiche o troppo costose, ma bisogna tenere presente, prima di giungere a conclusioni affrettate, che il costo sostenuto per l'acquisto di un pannello fotovoltaico per esempio, sarà ammortizzato nel tempo tramite il risparmio procurato da quest'ultimo. Provare per credere