Buone notizie per gli italiani: i prezzi dell'energia elettrica in bolletta stanno per calare grazie ad una serie di opere strategiche che miglioreranno l'approvvigionamento e diminuiranno le congestioni della rete italiana. Lo ha annunciato l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, che al termine del percorso di confronto tecnico con Terna ha selezionato 25 progetti in merito.

Fra le opere strategiche individuate si evidenziano il potenziamento interno e il collegamento fra Calabria e Sicilia con l'elettrodotto Sorgente-Rizziconi, da completarsi entro il giugno 2015, i rinforzi delle reti nell'area Foggia-Benevento, e il potenziamento delle interconnessioni con l'estero (in particolare con i Balcani e con la Francia).

Per garantirne la realizzazione in tempi certi, con il provvedimento (delibera 40/2013/R/eel) l'Autorità ha previsto anche un sistema di monitoraggio dell'avanzamento dei lavori e individuato specifiche date obiettivo e milestone, ovvero tappe principali che il gestore della rete Terna dovrà rispettare per non incorrere in penalità da ritardi. L'Autorità ha anche introdotto una specifica distinzione fra le opere principali, ovvero quegli interventi "che permettono il raggiungimento del principale beneficio elettrico" e le opere accessorie, intese come opere di completamento delle opere principali.

Rispetto alle proposte iniziali la delibera ha fissato date obiettivo che presentano notevoli anticipi" comunica l'Autorità in una nota, assicurando che le opere "consentiranno di ridurre le congestioni, con importanti benefici sui prezzi dell'energia elettrica".