Forse non tutti sanno che per le famiglie a basso reddito o con familiari a carico portatori di disabilita, esiste un Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche, da cui l'acronimo SGATE.

Il bonus energia permette ai nuclei familiari che rientrano nei parametri stabiliti, di ottenere uno sconto sulle tariffe di luce e gas direttamente in bolletta.

Il bonus elettrico può essere richiesto quando sussiste una delle due condizioni evidenziate di seguito:

  1. nucleo familiare con un valore dell'ISEE non superiore a 7.500 euro;
  2. presenza nel nucleo familiare di un soggetto,che non deve essere per forza l'intestatario della bolletta, che fa uso di apparecchiature elettromedicali per mantenersi in vita.

Lo sconto che si ottiene grazie al bonus energia è pari circa al 20% della spesa totale. La domanda è di facile presentazione, potete trovare tutti i moduli necessari sul sito del Bonus Energia, oppure recarvi presso i Caaf delle vostre città che vi aiuteranno gratuitamente nella compilazione dei moduli.

Una volta completata, la domanda dovrà essere consegnata presso il comune di residenza.

Vediamo ora il Bonus Gas: Questo sconto in bolletta e' previsto per due tipi di nuclei familiari con disagio economico :

  1. Nuclei familiari con un valore dell' ISEE non superiore a 7.500 euro
  2. nuclei familiari con più di 3 figli a carico ed un valore dell'ISEE non superiore a 20.000 euro

La modalità di compilazione della domanda e' identica a quella del bonus elettrico ed e' valida sia per chi usufruisce di una fornitura individuale sia per chi invece ha il riscaldamento centralizzato.

Anche in questo caso lo sconto che si riceverà in bolletta, a domanda accettata, sara' all'incirca pari al 20%. Tutte le informazioni sono consultabili sul sito del bonus energia e gas.