Lo sviluppo futuro sostenibile ha la strada già tracciata e le principali direttrici sono la maggiore efficienza energetica, sostenibilità dell'impatto ambientale ed eco-comportamenti della produzione e della popolazione.

Efficienza energetica ed energie rinnovabili sono le strategie fondanti per una politica energetica attenta all'ambiente e vanno perseguite contemporaneamente per stabilizzare e ridurre i consumi nocivi, rallentare la crescita di domanda di energia e con l'aumento di quella pulita abbattere l'uso di combustibili fossili.

Concetto più ampio rispetto all'efficienza energetica è il risparmio energetico poiché comprende gli sforzi attivi per ridurre il consumo di energia, usandola in migliore modo e adottando stili di comportamento più in linea con tale politica energetica. Entro il 2018 si prevede che i tre principali settori di tecnologia pulita (solare, fotovoltaico e biocarburanti) fattureranno oltre 325mld di dollari.

La clean tecnology è attuale e uno sguardo internazionale sull'evoluzione in tal senso è dato dalla McKinsey, azienda USA, che secondo una sua analisi sono almeno 130 le misure da adottare per favorire l'uso di energia che rispetti l'ambiente e alcune più di altre hanno maggiore impatto: efficienza energetica degli edifici, veicoli elettrici, fotovoltaico, produzione eolica e illuminazione a led.

Sono quattro le aree di sviluppo maggiore interesse: storage di energia, trasformatori digitali, condizionatori d'aria senza compressori e finestre elettrocromatiche per minore dispersione del calore di casa e uffici, biodiesel di seconda generazione. McKinsey Global Institute ha affermato che ci sono opportunità di miglioramenti energetici economicamente sostenibili tali da poter mantenere bassa la domanda globale di energia a meno dell'1%.

L'uso di apparecchiature digitali porterebbe a fare risparmiare circa il 50% del costo dell'energia in bolletta e in Italia, ad esempio, l'80% della fattura energetica è data dal riscaldamento e raffreddamento degli ambienti. Le tecnologie pulite comprendono il riciclaggio, energie rinnovabili, tecnologie dell'informazione, trasporto verde, motori elettrici, eco-chimica, illuminazione, apparecchi efficienti. Finanza ambientale è un metodo con cui nuovi progetti di tecnologie pulite che hanno dimostrato di essere complementari al "business as usual" possono ottenere un finanziamento attraverso la generazione di crediti di carbonio che si preoccupa di attuare un meccanismo di sviluppo pulito che possa mitigare in cambiamenti climatici.

Cleantech è qualsiasi prodotto o servizio che migliora le prestazioni operative, la produttività e l'efficienza e riduce i costi, gli ingressi, il consumo di energia, rifiuti e inquinamento. La Cina è un mercato in crescita per gli investimenti cleantech con attenzione alle tecnologie delle energie rinnovabili. Secondo la Clean Edge, Inc., società di ricerca e consulenza dedicata al clean-tech, in uno dei suoi rapporti annuali, il Clean Energy Trends, i settori di punta di tecnologia pulita nel 2008 sono stati il solare, i biocarburanti, il trasporto e il vento, dove il "solar" ha rappresentato quasi il 40% degli investimenti in dollari, seguito dai biocarburanti con una quota attorno all'11%.

Combustibili alternativi (biodiesel, bioalcool, olio vegetale, idrogeno), cogenerazione, geotermico, green building, microgenerazione, organic Rankin Cycle, plug-in Hybrid, ambiente portale, sono le frontiere in corso di sviluppo per imprimere un'accelerazione sul fronte dell'energia sostenibile.

L'uso di Analizzatori di Power Quality può introdursi in un edificio per valutare l'utilizzo, le distorsioni armoniche, picchi, sovratensioni e interruzioni per rendere l'edificio più efficiente, sfruttando reti wireless. Il Green Building XML (gbXML) è uno schema emergente che sfrutta la bioedilizia e il suo ottimale funzionamento ed è utilizzato come input in più motori di simulazione energetica. L'efficace design di edifici a risparmio energetico con un computer centrale per il controllo dell'illuminazione riduce di molto i consumi.

Retrofit energetico profondo è un processo applicato a edifici non solo residenziali per ottenere risparmi energetici del 30% e può migliorare significativamente il valore dell'edificio. I ricercatori del Dipartimento dell'Energia degli USA hanno dichiarato che esiste un potenziale per risparmiare energeticamente 90mld di KWh con la casa più efficiente in termini di consumo di energia.