Puntare sull'eolico nella patria dell'oro nero: questo l'ultimo investimento voluto da Google, la grandissima potenza di Mountain View, nel mondo dell'energia. Il gigante ha intenzione di investire la bellezza di 200 milioni di dollari nella costruzione di un impianto composto da settanta turbine per una potenza complessiva di 161 megawatt.

Un operazione costosa ma allo stesso tempo molto fruttuosa, visto che andrà a ricoprire un'area tale da poter alimentare sessanta mila abitazioni. L'operazione di mercato voluta da Google ha suscitato la curiosità di molte persone visto il luogo dell'impianto: il Texas, lo stato americano finanziato dal petrolio, oro nero ovviamente totalmente opposto alla green economy e all'ecologia.

Che Google voglia puntare su questo campo, invece, non è di certo una novità. Quello fatto in Texas è il secondo investimento in ordine di grandezza dopo l'acquisizione di azioni della Solar City per un totale di 280 milioni di dollari. Solar City è una società che punta sull'utilizzo degli impianti solari e Google ne ha rilevato parte del pacchetto azionario. Fino ad ora gli altri investimenti riguardano sempre il campo della Green Economy: cinque progetti riguardano il solare e altri cinque vertono sull'eolico per un totale di un miliardo di dollari investiti per l'energia rinnovabile. Un buon segnale da parte di uno dei colossi più potenti al mondo.

Il manager di Google Kojo Ako-Asare ha dichiarato sul blog ufficiale dell'azienda che questo investimento non sarà di certo l'ultimo, visto che oltre ad essere ottimali per il rilancio o per il potenziamento dell'economia locale, questi progetti sono degli ottimi investimenti per un'azienda pronta a guadagnare cifre elevate dal proprio denaro investito. Aspettiamoci dunque altre novità dal colosso di Mountain View.