L'Agenzia delle entrate con una sua nota ufficiale ha fatto chiarezza sulla querelle aperta da qualche tempo in ordine alla possibilità, per chi provvede all'installazione di pannelli fotovoltaici, di usufruire o meno della detrazione fiscale del 50% inerente le ristrutturazioni edilizie generiche.

La detrazione IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie generiche può essere applicata anche nell'ipotesi di installazione di impianti fotovoltaici, in tal caso però è esclusa la possibilità di usufruire degli incentivi previsti dal Quinto Conto Energia: l'applicazione delle tariffe incentivanti non è dunque ammissibile se si sceglie di avvalersi della detrazione IRPEF. In sostanza esiste una incompatibilità fra detrazione ed incentivi: se si sceglie di avvalersi della detrazione non si potrà usufruire delle tariffe incentivanti, viceversa se ci si è avvalsi degli incentivi del Conto Energia non si potrà usufruire della detrazione fiscale.

Per fugare ogni dubbio riportiamo la dichiarazione resa ufficialmente dall'Agenzia delle entrate: "L'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione dell'energia elettrica può rientrare nell'agevolazione (detrazione IRPEF del 50%), ma in questo caso l'elettricità prodotta non può essere incentivata attraverso il cosiddettoConto Energia, previsto dal D. M. 5 luglio 2012 (denominato Quinto Conto Energia)". La detrazione IRPEF del 50% riguardante le ristrutturazioni edilizie generiche, chiarisce inoltre l'AE, spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali o personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi. "Ha diritto alla detrazione - aggiunge l'ufficio stampa della AE - anche il familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile oggetto dell'intervento di ristrutturazione, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture".

Nel frattempo giunge notizia che il tetto di spesa previsto dal Quinto Conto Energia è in fase di raggiungimento. Il tetto di spesa-limite per gli incentivi è di 6,7 miliardi. Il punto di partenza del Quinto Conto Energia è stato di 6 miliardi di euro. Allo stato attuale siamo già vicini alla soglia dei6,5 miliardi, restano dunque appena 200 milioni di euro. La cifra di 6,7 miliardi di euro rappresenta quindi il limite oltre il quale il Gestore dei Servizi Energetici non accetterà altre domande di incentivazione per gli impianti fotovoltaici, ma si limiterà a concederli solo ed esclusivamente a coloro che verranno allacciati alla rete entro i successivi 30 giorni.

Contestualmente alle informazioni rese in merito alla detrazione IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie generiche, l'Agenzia delle entrate ha fatto chiarezza sulla possibilità o meno per chi installa impianti fotovoltaici di avvalersi del bonus IRPEF del 55% previsto per la riqualificazione energetica: Il fotovoltaico non rientra tra gli interventi di riqualificazione energetica contemplati dalla legge che ha previsto il bonus in questione.