Ogni anno il costo riguardante il riscaldamento domestico rappresenta una delle componenti principali del nostro bilancio familiare.

Risparmiare dai 500 ai 1000 euro può rappresentare per tante famiglie un ottimo modo per affrontare la crisi economica che stiamo vivendo.

Bisogna fare attenzione ad alcune importanti regole che sono state messe a punto da COFELY, la società dei servizi energetici di GDF SUEZ leader in Italia nell'efficienza energetica e ambientale, che si occupa di questi problemi.

1) Rivestire i tubi che circolano all'esterno dell'abitazione con l'apposito materiale isolante.

2) Non lasciare per molte ore piccole fessure aperte, ma arieggiare l'ambiente aprendo completamente gli infissi per un breve lasso di tempo.

3) Regolare il termostato a non più di 20 gradi in modo da non avere sbalzi improvvisi ma costanti.

4) Ideale è la caldaia a pannelli solari o comunque a condensazione in grado di recuperare il calore dei fumi.

5) Usare termostati con orari in cui attivare il riscaldamento nei momenti di maggior freddo.

6) I termosifoni ogni anno, prima di iniziare il riscaldamento, vanno spurgati facendo uscire l'aria dall'interno.

7) Ogni termosifone deve essere dotato di una valvola termostatica che, una volta raggiunta la temperatura della stanza, isola l'elemento dall'intero impianto.

8) Effettuare le manutenzioni annuali consente una maggiore efficienza dell'impianto e dunque un risparmio economico.

9) Ridurre al minimo tutto ciò che copre i termosifoni come i cassonetti, le tende e coperture varie.

10) L'acqua non deve superare i 45 gradi.