Il progetto nasce da una idea alquanto semplice ma fortemente innovativa: si tratta di un sistema di pannelli che riesce a sfruttare il calore {leggi_tutto}accumulato dai tetti o altre superfici, convertendo la temperatura esterna in energia in modo da creare ambienti più confortevoli. Progettato da Robert Barmore, ex designer di architettura del New Hampshire, rappresenta una soluzione nuova nell'ambito dei sistemi energetici rinnovabili.

L'applicazione dei pannelli avviene attraverso la loro predisposizione affinché possano essere installati sotto le superfici esterne quali tetti, pavimenti, vialetti del giardino, marciapiedi, balconi e così via.

La funzione del sistema è quella di essere uno scambiatore termico: ad esempio durante il periodo estivo prima viene assorbito il calore accumulato per raffreddare il pavimento o altre superfici, il calore accumulato viene poi sfruttato per riscaldare l'acqua domestica; in inverno il funzionamento è inverso, le superfici esterne vengono riscaldate favorendo lo scioglimento della neve e impedendo la formazione di ghiaccio.

Inoltre i pannelli possono essere montati nella parte superiore degli edifici, come un sistema a tetto freddo, e potrebbero funzionare da isolanti termici, riducendo notevolmente i costi di condizionatori e impianti di riscaldamento e abbattendo l'emissione di sostanze inquinanti nell'aria.