L'eolico sta diventando un metodo rinnovabile di produzione dell'energia sempre più utilizzato. Il funzionamento è molto semplice: le turbine convertono il movimento in energia di rotazione, incanalandola poi in un albero di trasmissione diretto al generatore centrale.

L'eolico è ovviamente strettamente dipendente dalla presenza del vento. Apple, spesso tacciata di essere un'azienda non proprio green, ha pensato ad una soluzione che possa porre rimedio a questo problema che affligge l'eolico. Il progetto in questione, presentato nel giugno del 2011, riguarda un nuovo tipo di conversione di energia, ossia l'ottenimento di calore oltre all'energia di rotazione.

Il calore così ottenuto verrà poi memorizzato in una specie di "fluido" a bassa intensità termica; esso entrerà in funzione nei periodi in cui dovessero presentarsi delle pause di attività eolica. In questo modo il flusso elettrico non subirà interruzioni.

Il funzionamento di questo metodo è quindi molto elementare: l'energia termica è ottenuta dalle pale del rotore col suo albero, conservando il fluido che contiene il calore, in un isolatore termico.

Intanto la Commissione europea ha assegnato oltre 1,2 miliardi di euro di finanziamenti a 23 progetti di dimostrazione altamente innovativi sulle energie rinnovabili. I progetti interessano un'ampia gamma di tecnologie delle energie rinnovabili: la bioenergia, l'energia solare a concentrazione, l'energia geotermica, l'energia eolica, l'energia oceanica e la gestione delle energie rinnovabili decentralizzate (reti intelligenti). Una volta operativi, questi progetti determineranno collettivamente un aumento della produzione annua di energia rinnovabile in Europa di circa 10 TWh.