In questi ultimi due decenni, abbiamo visto come l'energia fotovoltaica si sia rivolta sempre più verso le alte potenze elettriche. Infatti, mentre all'inizio l'uso era limitato alle basse potenze (orologi, calcolatrici etc.), oggi la ricerca tecnologica ha messo a punto attrezzature che possono ottenere elevate energie adatte ad utilizzatori ad alto assorbimento energetico.

Il primo vantaggio consiste nell'indipendenza della fornitura rispetto alla rete nazionale, evitando gli allacciamenti corrispondenti (esempio lampioni stradali autoalimentati, case di montagna isolate etc.).

Particolare importanza riveste tale indipendenza nel caso di alimentazioni elettriche condominiali (lampioni nei giardini, sottoscale, cantine, garage etc.). L'energia che si produce può essere accumulata e utilizzata nei momenti di black-out, dando in tal modo continuità di alimentazione. Per chi possiede ampi spazi soleggiati, e' anche possibile produrre energia elettrica cedendola alla rete nazionale in cambio di notevoli vantaggi in termini di costo delle bollette e di vendita di quanto prodotto.

Le nuove costruzioni edilizie stanno man mano sperimentando soluzioni integrate di pannelli fotovoltaici che assumeranno le forme più disparate: da pannelli solari a forma di tegole, vetrate, finestre, pareti etc. I costi riguardano sostanzialmente le attrezzature, i materiali e la manodopera utilizzata il cui ammortamento, cioè il recupero del danaro speso attraverso il risparmio che ne deriva, oscilla dai 3 ai 7 anni a seconda del rendimento operativo.