Il Quinto Conto Energia prevede tariffe incentivanti di sicuro interesse per chi intende provvedere all'installazione nelle case di impianti fotovoltaici integrati che dispongono di caratteristiche innovative. Nella definizione vengono compresi impianti di nuova generazione che, utilizzando moduli non convenzionali e/o componenti speciali, vengano sviluppati con lo specifico fine di integrarsi e sostituire parti architettoniche degli edifici. Per accedere alle agevolazioni speciali, è condizione indispensabile anche che l'impianto fotovoltaico si inserisca in modo armonioso, in assoluta unione e con un buon impatto estetico, nel fabbricato dove è stato installato. Questi impianti consentono di aderire alle nuove tariffe incentivanti direttamente, senza neppure l'obbligo di iscriversi al registro, fino al conseguimento di un costo indicativo cumulato degli incentivi di 50 milioni di euro.

La potenza degli impianti, inoltre, non deve essere inferiore a 1 KW e non deve superare i 5 MW. È necessaria pure la conformità alle vigenti normative tecniche, entrate in vigore col Decreto Ministeriale del 5 luglio del corrente anno, e gli impianti devono essere realizzati con componenti di nuova costruzione e non già impiegati in altre strutture.

Per vedersi riconoscere i super incentivi occorre presentare, oltre alla consueta documentazione richiesta, una serie di fotografie di dettaglio che mostrano l'immobile prima, durante e alla conclusione dell'opera. In aggiunta, la stratigrafia dell'elemento architettonico in cui viene posizionato l'impianto, indicando la collocazione precisa dei moduli. E specificando, infine, la parte sostituita e la relativa funzione assolta dal modulo non convenzionale o dal componente speciale. È d'obbligo allegare ai documenti la misura catastale e altre immagini riguardanti tutti i prospetti dell'edificio.

Vediamo adesso in concreto di esemplificare il differenziale esistente fra le tariffe incentivanti. Un impianto fotovoltaico da 3 KW collocato sul tetto, e che entri in funzione nel primo semestre di applicazione del Quinto Conto Energia, rientrerà in una tariffa di 208 euro/MWh. Mentre un impianto integrato innovativo, della medesima potenza, si attesterà invece a una quota di 288 euro/MWh. E se l'impianto è stato prodotto in un Paese dell'Unione Europea usufruirà di un premio di 20 euro/MWh, entrando in esercizio entro il 31 dicembre del 2013. L'erogazione di tale tariffa durerà per un periodo ventennale dalla data di entrata in esercizio, restando costante per l'intero periodo di incentivazione. E per gli impianti integrati di tipologia innovativa sarà possibile cumulare contributi in conto capitale in misura non superiore al 30% rispetto alla somma investita.

Le tariffe con super incentivi, sono destinate ai soggetti possessori di impianti fotovoltaici integrati che elenchiamo qui di seguito: le persone fisiche, giuridiche, i soggetti pubblici, i condomini di unità immobiliari oppure di edifici.