Nuovo impulso allo sviluppo sostenibile delle aziende agricole italiane: Enel e Confagricoltura hanno avviato una collaborazione per sviluppare nuovi progetti nel campo dell'energia orientati all´agricoltura sostenibile. La firma di diversi protocolli, avvenuta in occasione della fiera Key Energy di Rimini, segue l´accordo quadro del marzo scorso che ne aveva definito le linee guida. A siglare l´intesa il presidente di Confagricoltura Mario Guidi e Federico Colosi di Enel.

Al centro dell´accordo, in particolare, c´è la creazione di uno Sportello Qualità che avrà il compito di garantire agli associati un servizio di assistenza continuo ed efficiente e organizzare incontri su tematiche di interesse comune. La collaborazione in essere prevede inoltre la creazione di servizi mirati all´efficienza energetica e alla micro generazione distribuita. Tra queste kit fotovoltaici di piccola taglia, impianti mini-eolici, mini-idroelettrici e a biomassa di ridotte dimensioni. E ancora la possibilità di acquistare pannelli fotovoltaici a tecnologia thin-film, offerte speciali sulla fornitura di energia elettrica e gas con assistenza personalizzata, analisi e audit energetico, interventi di efficientamento del sistema industriale, installazione e manutenzione di sistemi di riscaldamento, coibentazione delle strutture e impianti di illuminazione.

"Con questi protocolli rendiamo da subito disponibili all´intera filiera agro-energetica delle imprese associate a Confagricoltura servizi, offerte e assistenza dedicate" ha spiegato Federico Colosi, responsabile per i rapporti con le imprese di Enel.

"Da oggi gli agricoltori potranno contare su un supporto operativo per il risparmio e l´efficientamento energetico delle produzioni - ha dichiarato il presidente di Confagricoltura Mario Guidi -. Potranno produrre energia verde dalle fonti rinnovabili più adatte alle specificità del loro territorio, valorizzare i sottoprodotti agricoli e recuperare a fini agro-energetici i terreni incolti. Tra le opportunità che i protocolli offrono anche quella di sviluppare progetti di mobilità elettrica".