Con gli ultimi cambiamenti normativi che ci sono stati in Italia, il settore del biogas vive momenti d'incertezza, ma, a livello globale le prospettive per questa fonte energetica sono davvero incoraggianti. Il recente rapporto della Pike Research, evidenzia come la digestione anaerobica di materiali organici giocherà un ruolo chiave nel mercato delle energie rinnovabili. In particolare, è stato messo in evidenza come nei prossimi dieci anni la capacità degli impianti commerciali è destinata a raddoppiare a livello globale, passando dagli attuali 14,5 GW ai 29,5 GW del 2022.

Il settore esce già da un decennio di buona crescita, con un valore globale che ha raggiunto quota 17,3 miliardi dollari nel 2011. A guidare il mercato c'è oggi la Germania, dove sono presenti più di 7.000 installazioni di questo tipo, per una capacità installata complessiva di circa 2.291 MW. Molto attivi sono anche gli Stati Uniti, che possono contare su ben 576 discariche che catturano biogas dalla decomposizione dei rifiuti solidi urbani.

Per il futuro, le aziende tedesche sono viste come leaders assolute del settore che, con la progressiva saturazione del mercato interno, cercheranno di espandersi all'estero. In generale però, tutta l'Europa sarà interessata al biogas, accelerando così il recupero energetico degli scarti. Secondo le stime di fatturato queste energie frutteranno a livello mondiale 33,1 miliardi di dollari entro il 2022, questo grazie all'incremento d'interesse nelle strategie di gestione dei rifiuti e, più in generale, di una maggiore attenzione sul tema della diminuzione dei gas a effetto serra.

Voce di merito anche per il gas naturale rinnovabile, ovvero il biometano. Infatti, si stima che già nel 2012 la capacità di produzione globale dovrebbe raggiungere almeno gli 11 miliardi di metri cubi all'anno. Come ci conferma Mackinnon Lawrence, analista di Pike Research: "Il biogas può soddisfare la domanda di energia, calore e dei trasporti, affrontando così una serie di questioni ambientali, e può essere implementato sia su base integrata che distribuita. L'espansione del settore del biogas, che utilizza processi stabili e di facile comprensione, si baserà soprattutto su applicazioni innovative e nuovi modelli di business, piuttosto che su nuove e dirompenti tecnologie".