Monza e Varese diventano più "smart" in ambito energetico, e fungono da esempio per l'intera Lombardia. Grazie ad un protocollo d'intesa approvato dalla giunta regionale, Regione Lombardia ed Enel Sole daranno il via ad un innovativo progetto di sperimentazione in campo ecologico: l'iniziativa nasce in particolare da una proposta dell'assessore all'Ambiente, Energia, reti, Sistemi verdi e Paesaggio Leonardo Salvemini.

Protagonisti… i pali della luce

In alcune aree delle due città, numerosi pali della luce diverranno veri e propri smart lighting. Là dove sarà possibile arrivare con la banda ultra larga, i pali cambieranno volto: verranno trasformati tramite l'uso di apparecchi di illuminazione ad alta efficienza con tecnologia Led, dotati di unità di telecontrollo per la gestione intelligente dei guasti e dei malfunzionamenti e per la regolazione del flusso luminoso in ore notturne.

Saranno inoltre dotati di servizi di sistemi di videosorveglianza con telecamere statiche e/o dinamiche in grado di gestire le immagini in diretta e di archiviarle su memoria locale o remota.

Con tutto ciò sarà anche più facile garantire maggior sicurezza ai cittadini. Gli stessi dispositivi potranno essere predisposti per il controllo del traffico veicolare e grazie al wi-fi sarà possibile garantire una copertura internet veloce. I pali potranno anche ospitare colonnine di ricarica per veicoli elettrici e sensori per il monitoraggio ambientale e meteorologico. Infine potranno essere un utile supporto per pannelli a messaggio variabile per fornire informazioni sul traffico e meteo, la presenza di cantieri, incidenti. Con il telecontrollo in remoto, infine, si potrà ottenere un significativo risparmio dei costi di manutenzione della rete.

Una regione sempre più smart

"Questo è solo un primo passo per arrivare a città sempre più smart - spiega l'assessore Salvemini -. È importate che tra gli assessorati vi sia grande sinergia su questo tema che punta ad avere servizi più efficienti, all'avanguardia e meno costosi per i cittadini e per le amministrazioni. Intendo, quindi, convocare un tavolo interassessorile affinché infrastrutture e tecnologia procedano di pari passo, perché un ambiente più pulito passa anche da un migliore gestione delle risorse".