Promozione della ricerca e dell'innovazione e per un uso efficiente e responsabile dell'energia elettrica: questo l'obiettivo dell'accordo quadro firmato da Enel e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Nello specifico, l'intesa è stata siglata dall'amministratore delegato e direttore generale di Enel, Fulvio Conti, e dal presidente del Cnr, Luigi Nicolais. La collaborazione è centrata su tematiche di interesse comune che riguardano l'utilizzo delle fonti primarie, la generazione e distribuzione dell'energia elettrica fino agli usi finali, con l'obiettivo di promuoverne un utilizzo efficiente.

Le attività di collaborazione prevedono l'individuazione e l'analisi dell'evoluzione degli scenari tecnologici; la definizione delle priorità di ricerca congiunta; la promozione di una cultura energetica sul territorio. Sostenibilità ambientale al centro dell'attenzione: tra i temi che verranno affrontati, la ricerca applicata sui combustibili e sistemi di combustione, di trattamento delle emissioni e dei residui, di generazione, diagnostica e automazione. A questi si aggiungono i sistemi di accumulo per le energie rinnovabili, le soluzioni per lo sviluppo della mobilità elettrica e i progetti di generazione distribuita e di trasformazione delle reti di distribuzione passive in reti intelligenti.

"L'Accordo Quadro tra il maggiore ente pubblico di ricerca nazionale e la più grande azienda elettrica d'Italia, una delle principali utility quotate d'Europa, - ha dichiarato il Presidente del Cnr Luigi Nicolais - concretizza in modo efficace il nostro impegno a favorire la diffusione e la valorizzazione dell'attività di ricerca attraverso la diretta collaborazione con il mondo produttivo. Lavoreremo su tematiche di assoluta e strategica importanza per il sistema paese".